Mnamon

Antiche scritture del Mediterraneo

Guida critica alle risorse elettroniche

Proto-sinaitico

- ca. XVIII-XIV sec. a.C.


Esempi di scrittura



Sinai 346

Sinai 346
Fonte: Grimme 1923 (available in archive.org)

Statua dal tempio di Hathor presso Serabit el-Khadim.

Una linea è stata incisa sulla parte superiore e sul fronte della statua. Un'altra linea solo sul fronte. Un'ulteriore iscrizione è stata compiuta sul fianco destro della statua.

La linea incisa sulla parte superiore e sul fronte legge: ‘ln[‘m]x(x?)mtlb‘lt

La linea incisa solo sul fronte legge: dldymr‘t

L'iscrizione sul fianco, dall'alto in basso, legge: ‘ln‘mrbnqbn

Le ricostruzione n[‘m] non è certa anche se tale sequenza ritorna nell'iscrizione sul fianco.



Sinai 345

Sinai 345
Fonte: Fonte

Sfinge in calcare rosso, ca. 1800-1700 a.C., proveniente dal tempio di Serabit el-Khadim. La sfinge dovrebbe essere un dono votivo offerta alla dea Hathor. La testa della sfinge è stata riposizionata, mentre l'iscrizione geroglifica sulla spalla destra legge: «amato da Hathor [Signora del] turchese». Le due iscrizioni protosinaitiche, ripassate con colore in tempi moderni, leggono

base sinistra: m’hb‘lt     solitamente interpretata come m’h(b) b‘lt     «amato dalla Signora»

base destra: xndxzlb‘lt  letta da A. Wilson-Wright 2013: hnd wz lb‘lt   «questa iscrizione è per la Signora»



Sinai 357

Sinai 357
Fonte: Beit Arieh 1978 fig. 6

Iscrizione sulla roccia della miniera L di Serabit el-Khadim.

La linea verticale legge:  ’nttpndkml’bbmlk

La linea orizzontale legge:  šm‘’mr’rb‘ 

Albright 1966, 23 ipotizza la seguenti traduzioni: «Tu, o Shapan, prendi da ’Ababa otto mine [leggendo mn 8, invece di mlk]», e «Shime‘a staffiere del capo dei ca[rovanieri?]», ma tali rese non sono affatto certe.