Mnamon

Antiche scritture del Mediterraneo

Guida critica alle risorse elettroniche

Demotico

- (VII sec. a.C - V sec. d.C.)


Risorse on line



Istituzioni, centri di studio e progetti

  1. Dime On-line - Prosopografia di Soknopaiou Nesos
    Sito (solo in tedesco) a cura del Dr. Maren Schentuleit, Göttingen: offre dettagliatissime schede prosopografiche per nomi greci e demotici da Soknopaiou Nesos-Dime, importante centro amministrativo nel Fayyum di Epoca tolemaica
  2. The Demotic Dictionary Project
    Il dizionario, curato dall'Oriental Institute dell'Università di Chicago, non è ancora completo; tuttavia già ventitré lettere sono state caricate
  3. The Demotic Palaeographical Database
    Sito del progetto sulla paleografia demotica a cura dell’Università di Heidelberg. Il sito offre un corpus e una sezione paleografica con varianti regionali e mappe.

Centri di studio e di ricerca

  1. Princeton University
    La pagina è realizzata dall'APIS (Advanced Papyrological Information System) Project, a cura della Princeton University in collaborazione con Columbia University, Duke University, University of California at Berkeley, University of Michigan e Yale University
  2. Università di Lecce, Centro di Studi Papirologici - Papiri Demotici
    Fondato nel 1992 dal Prof. Mario Capasso, il Centro ha dato vita ad una serie di interessanti iniziative in ambito papirologico (Collezione dei Papiri dell'Università di Lecce, rivista Studi Papirologici Papyrologica Lupiensia, edizione critica del Corpus dei Papiri Storici Greci e Latini. Dal 1996 è impegnato nel Progetto PUL (Papyrologica Universitatis Lupiensis), per la riproduzione digitale e la fruizione, su supporto elettronico, dei papiri e delle edizioni critiche del Centro. Qui fotografie di dieci papiri demotici
  3. Leids Payrologisch Instituut
    Pagina dell’Istituto Papirologico di Leida, dedicata alle attività dell’Istituto e in particolare alle pubblicazioni delle collezioni di papiri greci, latini, demotici e in ieratico anormale interne e altre collezioni internazionali.

Didattica e materiali didattici

  1. Demotische Wortliste Online
    Database su cui è possibile fare ricerche on-line di parole demotiche in trascrizione, a cura del demotista Friedhelm Hoffmann. Permette ricerche per parole intere o parti di parola e per determinativi.
  2. Johnson J.H., Thus Wrote 'Onchsheshonqy - An Introductory Grammar of Demotic, SAOC 45, 2000

  3. Johnson J-H., The Demotic Verbal System, 2004

  4. M. Depaw, A Companion to Demotic Studies
    M. Depaw, A Companion to Demotic Studies, Brussels 1997. Scaricabile in formato PDF dalla Ancient World Digital Library dell’Università di New York.

Immagini

  1. The Digital Library of Inscriptions and Calligraphies - Bibliotheca Alexandrina
    Gallerie di immagini con brevi schede descrittive (a volte imprecise); le iscrizioni sono organizzate per supporti (architettura, tessuti, gioielli, mobilio, etc.) e non per sistema di scrittura, ma questo è un buon motivo per navigare fra le gallerie alla ricerca di iscrizioni copte, demotiche, ieratiche e geroglifiche. A cura della Biblioteca di Alessandria, divenuta un centro per le digital humanities i cui progetti, tuttavia, non sempre sono al livello delle aspettative

Testi

  1. VOLTEN A., Kopenhagener Texte zum Demotischen Weisheitsbuch (pap. Carlsberg II, III verso, IV verso und V), Analecta Aegyptiaca I, Einar Munksgaard, Kopenhagen 1940
    Primo volume degli Analecta Aegyptiaca messo on-line dalla University of Chicago
  2. VOLTEN A., Das Demotische Weisheitsbuch. Studien und Bearbeitung, Analecta Aegyptiaca II, Einar Munksgaard, Kopenhagen 1941
    Secondo volume degli Analecta Aegyptiaca messo on-line dalla University of Chicago
  3. VOLTEN A., Demotische Traumdeutung (pap. Carlsberg XIII und XIV verso), Analecta Aegyptiaca III, Einar Munksgaard, Kopenhagen 1942
    Terzo volume degli Analecta Aegyptiaca messo on-line dalla University of Chicago
  4. MAIRS R., A Bilingual Account from the Aswan Quarries (O.Brookl.Dem. 180 / P.Brookl. 81), in Proceedings of the Twenty-Fifth International Congress of Papyrology, Ann Arbor 2007, American Studies in Papyrology, Ann Arbor 2010, pp. 463-470

  5. Trismegistos Online Publications (TOP)
    Una serie di pubblicazioni di alto livello scientifico curata da W. Clarysse (K.U.Leuven), M. Depauw (K.U.Leuven) e H.J. Thissen (Universität zu Köln), collegate con il lavoro del database Trismegistos
  6. CRUZ-URIBE, E. Saite and Persian Demotic Cattle Documents
    E. Cruz-Uribe, Saite and Persian Demotic Cattle Documents, Chico 1985. Scaricabile in formato PDF dalla Ancient World Digital Library dell’Università di New York.
  7. WORP K.A., Greek, Greek/Demotic and Demotic Mummy Labels
    K.A. Worp, Greek, Greek/Demotic and Demotic Mummy Labels, Madrid 2017. Scaricabile in formato PDF dal sito del progetto Death on the Nile.

Font

  1. La vastità di segni e di legature e le ampie differenze di mano hanno fino ad oggi sconsigliato una standardizzazione del demotico e la conseguente creazione di font demotici per la stampa dei testi: le edizioni di ostraka e papiri usano tuttora quasi sempre i facsimile accanto alle fotografie. Lo stesso Chicago Demotic Dictionary ha adottato l'uso di scansioni digitali delle singole grafie, tratte da foto e facsimile. Un tentativo recente di standardizzazione è stato effettuato dal curatore del sito Egyptology Lessons, esclusivamente per i segni monolitteri e quindi di uso molto limitato. Il link rimanda ad una cartella Dropbox: https://www.dropbox.com/sh/uy1two8sy3o41kh/AAC4EKfQP1gvauf3FoPcxzuWa?dl=0

Musei e collezioni

  1. Papyrus und Ostraka Projekt: Halle, Jena, Leipzig
    Il progetto congiunto fra le Università di Halle, Jena e Lipsia la permesso la catalogazione, digitalizzazione e pubblicazione on-line delle collezioni papirologiche (papiri e ostraca) dei tre atenei. Vi sono schede dettagliate e immagini di testi in geroglifico, ieratico, demotico e copto, oltre che greco, latino e arabo
  2. DVCTVS - [Spanish] National Papyrological Funds
    Portale dedicato al catalogo e alla pubblicazione on-line dei papiri delle collezioni spagnole. Il lavoro è in continuo aggiornamento e per ora sono state digitalizzate solo parte delle seguenti collezioni: Abbazia di Montserrat, Palau-Ribes e Fondazione Pastor. Attraverso la ricerca è possibile trovare documenti in demotico, ieratico, copto e geroglifico, oltre a molte altre lingue (greco, latino, aramaico, arabo, ebraico, siriaco)
  3. Papyrus de la Bibliothèque de Genève
    Papiri della Biblioteca di Ginevra. Catalogo on-line con un semplice ma efficace motore di ricerca che permette di sfogliare la collezione, vedere immagini ingrandite e leggere le schede di catalogo dei papiri. Vi sono documenti copti e demotici, oltre che greci, latini e arabi. La ricerca permette anche di visualizzare documenti bilingui demotico-greco e greco-copto
  4. BerlPap - Berliner Papyrusdatenbank
    Catalogo on-line dei papiri dei Musei di Berlino. Vi sono 155 papiri greco-demotici, 2 papiri greco-antico-copti e 7 papiri greco-copti
  5. Duke Papyrus Archive
    Immagini e descrizione dei papiri della Collezione Duke
  6. Österreichischen Nationalbibliothek - Katalog der Papyrussammlung
    La Collezione Papirologica della Österreichischen Nationalbibliothek, con i suoi 180.000 reperti, è una delle più estese raccolte al mondo. Questo catalogo digitale, esclusivamente in tedesco, offre le immagini (recto e verso, con scala) della parte edita della Collezione - per lo più papiri. I criteri di ricerca sono per cronologia, onomastica, materiale, lingua e tipologia del documento. La pagina è sotto la responsabilità scientifica di Sophie Kovarik
  7. The Papyrus Carlsberg Collection - University of Copenhagen
    La Collezione Papirologica Carlsberg venne fondata negli anni 30 del XX secolo dal Prof. H.O. Lange. Nel 2003 essa inglobò anche la Collezione Hauniense, ricca di papiri greci e latini. Essa contempla praticamente l'intera biblioteca templare di Tebtynis (Fayyum, Egitto) e papiri da Edfu, Gebelein, Hawara, Hermopolis, Mendes, Philadelphia e Tebe
  8. Papyrus Portal
    Un database che permette la ricerca in tutte le collezioni papirologiche digitalizzate della Germania in modo uniforme e standardizzato. Le collezioni comprese sono quelle di Berlino, Bonn, Brema, Erlangen, Giessen, Halle, Heidelberg, Jena, Colonia, Lipsia, Treviri e Würzburg. È possibile effettuare una ricerca di papiri per lingua, compresi il geroglifico, lo ieratico, il demotico e il copto
  9. Turin Papyrus Online Platform
    Catalogo della collezione papirologica del Museo Egizio, Torino, con schede esaustive e immagini ad alta risoluzione e un motore di ricerca agile ed efficace. Al momento vi sono 11 papiri demotici.

Collezioni di testi e biblioteche elettroniche

  1. Digital Egypt for Universities
    Ottimo sito, curato da University College of London e Petrie Museum, e diretto da Stephen Quirke, direttore del medesimo museo. Offre quattro testi demotici
  2. Trismegistos
    Un portale interdisciplinare riguardante risorse papirologiche ed epigrafiche aventi a che fare con l'Egitto fra 800 a.C. e 800 d.C. Vi è un ricchissimo database di metadati con indicizzati migliaia di testi in diverse lingue e scritture.
  3. Trismegistos Magic
    TM-Magic è il primo database tematico ospitato da Trimegistos. Esso cerca di colmare i vuoti fra progetti come LDAB, HGV e BCD raccogliendo metadati di una certa 'dubbia' natura: tutte le cose che hanno a che fare con "religione", "rito", "magia" e "divinazione/mantica". Trismegistos è un portale interdisciplinare di risorse papirologiche ed epigrafiche relazione all'Egitto e alla Valle del Nilo tra l'800 a.C. e l'800 d.C.
  4. Leuven Database of Ancient Books (LDAB)
    Questo database di metadati contiene al momento ben 15.543 testi letterari greci, latini, copti e demotici. Il Progetto fa parte del grande portale Trismegistos, dedicato ai testi in diverse scritture dell'Egitto fra 800 a.C. e 800 d.C.
  5. Demotic and Abnormal Hieratic Texts (DAHT)
    Database di testi demotici e in ieratico anormale (13.628 registrazioni) realizzato dal progetto Multilingualism and Multiculturalism in Graeco-Roman Egypt, coordinato dal noto demotista M. Depauw sulla base del precedente database di H.J. Thissen e della Prosopographia Prolemaica della Katholieke Universiteit Leuven (http://prosptol.arts.kuleuven.ac.be/).
  6. Perseus Digital Library
    Curata da Gregory Crane, Professor of Classics alla Tufts University, questa biblioteca digitale offre i testi di diversi classici greci e latini, i papiri della Collezione Duke e alcuni testi del Rinascimento inglese.
  7. ARTStor: Dura-Europos Documents
    ARTstor Digital Library in collaborazione con Yale University ha messo in rete oltre 300 immagini dalla collezione papirologica dell’università. I papiri di Dura-Europos vennero scoperti nel 1930 e includono testi scritti in greco, latino, demotico, copto ed arabo. Richiede una sottoscrizione
  8. Oriental Institute Demotic Ostraca Online (O.I.D.O.O.)
    Pubblicazione digitale in fieri dei circa 900 ostraca demotici dell’Oriental Institute di Chicago. La pagina fornisce i link ai volumi a stampa, mentre il database elettronico, attraverso il portale OCHRE, non sembra al momento funzionare.

Bibliografia

  1. Checklist of Editions of greek, latin, demotic and coptic papyri, ostraca and tablets
    Un database bibliografico per le sole monografie (gli articoli su riviste sono per lo più esclusi) di testi documentarii su papiro, ostrakon, pergamena e tavoletta di legno in greco, latino, demotico e copto. La parte demotica, curata con maggiore attenzione, include ristampe e riedizioni e si basa in parte sul lavoro di S.P. Vleeming e A.A. den Brinker (Checklist of Demotic Text Editions and Reeditions, Leiden 1993)
  2. Demotistische Literaturübersicht - Enchoria
    Il Demotistische Literaturübersicht, apparso sulla rivista Enchoria fin dal 1971, è uno strumento essenziale per la ricerca bibliografica di argomento demotico; la versione online del database è curata dai demotisti H.J. Thissen, H. Felber, M. Depauw e F. Hoffmann. Come il precedente, anche questo strumento è realizzato nell'ambito del progetto Multilingualism and Multiculturalism in Graeco-Roman Egypt